Su strade sterrate e asfaltate, fra paesini come Lugugnana, Brussa e Castello di Brussa, l’itinerario che da Bibione raggiunge l’ambiente naturale della Brussa e l’area protetta lagunare di ValleVecchia, è adatto ai ciclioturisti di ogni livello. L’unica avvertenza è prestare attenzione durante l’attraversamento della strada provinciale a Lugugnana ed inoltre, evitare le ore più calde del giorno nei mesi estivi. Si tratta di un’autentica immersione nella pace della campagna e nelle meraviglie della natura. La ValleVecchia, descritta anche dallo scrittore americano Ernest Hemingway nel libro “Di là dal fiume e tra gli alberi”, è un’isola, il cui litorale sabbioso conserva ancora la sua quasi naturale integrità, grazie alla presenza di uno dei maggiori sistemi dunali litoranei. L’importanza naturalistica di ValleVecchia consiste nel fatto che vi si ritrovi il più esteso tra i tratti di spiaggia non urbanizzata dell’alto Adriatico; è perciò uno dei pochi luoghi ove è ancora possibile osservare la fauna tipica dei litorali sabbiosi, oltre a molti endemismi dovuti alla particolare posizione geografica, che la vede come una sorta di “terra di mezzo” tra oriente ed occidente.

Basti pensare che gli ornitologi hanno censito oltre 150 specie di uccelli: una sorta di santuario avifaunistica a cielo aperto, dove è facile individuare cigni, aironi e falchi, cavalieri d’Italia e anatidi in genere.

All’andata e al ritorno è possibile degustare le specialità enogastronomiche locali nelle accoglienti locande, trattorie e osterie fra la Brussa e ValleVecchia.

Altri percorsi

Passeggiata Lungomare Adriatico

Scopri