Udine è una città ricca di stimoli culturali, artistici ed enogastronomici.

 

Capitale della Patria del Friuli medioevale, la sua storia più antica si confonde con la leggenda che vuole Attila artefice del colle del castello che ancora oggi domina il centro storico e rappresenta un punto di partenza ideale per la visita della città.

Lasciato il complesso alle spalle e attraversato l’Arco Bollani, costruito su progetto del Palladio nel 1556, si entra nella bellissima cornice di Piazza Libertà: cuore della città, più volte descritta come “la più bella piazza veneziana in terraferma”. Qui si trovano i monumenti più importanti della città, vestigia di un passato veneziano iniziato nel 1420 e finito a fine Settecento.

Attraverso via Mercatovecchio, l’asse più caratteristico della città, si giunge in Piazza Matteotti, “una piazza di vita vissuta”, da sempre sede di mercati e in passato di tornei, spettacoli ed esecuzioni.

Passando davanti al Palazzo del Comune, in stile liberty, costruito fra il 1910 ed il 1931, si raggiunge il Duomo, l’imponente edificio a croce latina, custode di diverse opere d’arte di GianBattista Tiepolo.

Accanto al Duomo, nel piccolo Oratorio della Purità, del 1757, si può ammirare L’Assunta, uno dei maggiori capolavori di Tiepolo.

Vanto della città è anche la Casa Cavazzini, elegante sede d’arte moderna e contemporanea che espone, tra le altre, le opere dei fratelli Basaldella.

Udine rappresenta il centro geografico di una regione che vanta 8 zone DOC e 3 DOCG, per una produzione vinicola di tutto rispetto. Una tradizione onorata nelle numerose osterie storiche del centro dove degustare anche le specialità gastronomiche locali.

Credits: Archivio PromoTurismoFVG / Fabrice Gallina, Luigi Vitale (POR FESR 2007-2013)

Altre destinazioni

San Michele al Tagliamento

Scopri