Ritorna il 5 dicembre il tradizionale Presepe di Sabbia di Lignano Sabbiadoro, mostra di sculture di sabbia a pochi minuti da Bibione, che nel 2020 giunge alla 17ª edizione.

Nella Tensostruttura di fronte all’Ufficio Spiaggia n. 5 (Pescecane) di via Lungomare Trieste 5 – a ridosso del tunnel che porta alla Terrazza a Mare – sarà infatti possibile, dal 5 dicembre 2020 al 31 gennaio 2021, vedere le opere di vari professionisti nella lavorazione della sabbia in un’esposizione che ogni anno accoglie migliaia e migliaia di visitatori provenienti da tutta Europa.

Giorni ed orari saranno i seguenti:

  • Orario continuato dalle 10 alle 18:

Dicembre: 5, 6, 7 e 8, 12 e 13, dal 19 al 31
Gennaio: dall’1 al 6, il 10, 17, 24 e 31.

  • Orario pomeridiano dalle 14 alle 18:
    Dicembre: 9, 10 e 11, dal 14 al 18
    Gennaio: il 9, 16, 23 e 30.

L’evento, con entrata ad offerta libera, è organizzato dall’Associazione Dome Aghe e Savalon d’Aur, in collaborazione con Pro Loco Lignano, Lignano in Fiore Onlus, Lignano Sabbiadoro Gestioni, con il sostegno della Città di Lignano Sabbiadoro e il contributo, fondamentale, della associazioni locali; si inserisce nell’ambito dei festeggiamenti di “Natale d’A…Mare” della località balneare friulana.

N.B. Causa emergenza sanitaria in corso, probabilmente per il primo periodo la visita al Presepe potrà essere effettuata solo in modo virtuale. Gli organizzatori stanno lavorando alacremente alla possibilità di una visita guidata virtuale (da remoto) con effetti visivi e giochi di immagini, per poter guardare da vicino le installazioni di sabbia come non era mai accaduto in passato. Per tutti gli aggiornamenti: https://www.facebook.com/presepelignano/ e http://www.presepelignano.it

 

I valorosi artisti e professionisti della sabbia sono all’opera già dal mese di ottobre per realizzare delle vere e proprie sculture senza l’uso di colle o altri materiali simili per il mantenimento: usano solo sabbia, acqua e la loro grande maestria. Il tema per il 2020 è “La cura, la speranza, l’amore”: il percorso prende avvio con la nascita, che è il simbolo per eccellenza di speranza, una promessa di vita rigenerata dall’amore e da un nuovo senso di solidarietà, che allo stesso tempo insegna che solo se ci si “prende cura” dell’altro si può salvare se stessi, intesi come individui, come collettività, come genere.

Appuntamento dunque a Lignano per ammirare un pregevole lavoro, che vi lascerà a bocca aperta!

Photocredit: Associazione Dome Aghe e Savalon d’Aur